LA NOSTRA NUOVA SEDE GREEN

Mind si rinnova con una nuova sede green a Bologna

Mind e People Design si rinnovano con una nuova sede green a Zola Predosa, provincia di Bologna.
A guidare tutte le scelte progettuali l’attenzione all’ambiente, alla salubrità dei luoghi di lavoro e all’uso di materiali riciclati in un’ottica di economia circolare.


Così per gli allestimenti degli interni sono stati scelti materiali ecocompatibili con elevate prestazioni energetiche in grado di garantire significativi risparmi in termini di sostenibilità e un migliore comfort termico sia d’estate che d’inverno. Parte dell’energia elettrica viene invece prodotta dai pannelli fotovoltaici installati sul tetto. Ulteriori accorgimenti di salvaguardia energetica sono garantiti dalla scelta d'impianti con elevati standard di efficienza e bassi consumi. Inoltre, per la costruzione dei box e del pavimento sopraelevato sono stati riutilizzati i pannelli in xlam di 10 cm derivati dalla dismissione del padiglione della Russia a Expo 2015, facendo di People Design e Mind un esempio di riutilizzo intelligente di materiali riciclati.


Ecco alcuni numeri:

• 700 mq di pavimenti.
Altezze interne da 3 a 6 m, 2,5 m per servizi igienici e corridoi.
• 1900 mq di pareti di legno xlam pari a 85 tonnellate di legno.
• 120 mq di pareti attrezzate.
• 130 mq di pareti in cristallo.
• 1200 mq di controsoffitti.
• Classe energetica A.
• Box uffici climatizzati e isolati acusticamente.
• Ambiente green, comfort degli spazi di lavoro.
• Uso di materiali ecocompatibili: pareti in legno, isolamenti termici, impianto fotovoltaico e risparmio energetico.
• Utilizzo di materiali riciclati, con aumento del loro ciclo vita per un cantiere più sostenibile e di minor impatto ambientale.

La nuova sede di Via Guerrini sorge a partire da un edificio già esistente. Il restyling della precedente struttura ha previsto:

• la costruzione dell'architettura interna in pannelli di legno lamellare, riutilizzando in maniera virtuosa quelli recuperati dal padiglione russo dell’EXPO 2015 di Milano;
• un'ulteriore suddivisione interna con pareti attrezzate e in cristallo;
• la costruzione del pavimento sopraelevato, anch’esso proveniente dalla dismissione del padiglione russo di EXPO Milano 2015;
• l’apertura di tre lucernari per portare luce naturare nella parte interna e creare una corte interna dall’aspetto museale, luogo aziendale d'incontro, confronto e relax;
• la creazione di controsoffittature ad altezze diverse per dinamizzare e differenziare gli ambienti;
• l’utilizzo di apparecchiature elettriche per la climatizzazione estiva e invernale alimentate da un nuovo campo fotovoltaico posizionato in copertura;
• l’utilizzo di corpi illuminanti dimerabili a led;
• la tinteggiatura dei pannelli esterni esistenti in due tonalità di grigio.


Seguite i nostri Canali Social per rimanere aggiornati day-by-day!